Sfatato il mito dei MacOs impossibili da hackerare

I computer che usano MacOS sono hackerabili allo stesso modo di quelli che utilizzano Windows. Check Point raccoglie un elenco di 46 malware, dai RAT ai ransomware, usati dal cybercrime per lanciare attacchi. La stima è in costante crescita.

I computer con MacOS subiscono attacchi come quelli che adottano Windows. Lo conferma un post degli esperti di cyber security di Check Point, in cui vengono elencati 46 malware che colpiscono le macchine Apple. Ce ne sono di svariate tipologie, dai Remote Access Tool (RAT) ai ransomware, trojan, cryptominer, backdoor, AdWare, Spyware. Viene utilizzato persino uno ScareWare, chiamato MACDefender (MacProtector), che mostra sullo schermo falsi messaggi di minacce. La lista è provvisoria, in quanto ogni giorno vengono generati nuovi codici malevoli sempre più complessi e con trucchi per evadere le difese, sfruttando anche applicazioni con certificati Apple legittimi. Ciò vuol dire che chi attacca non “snobba” più i dispositivi MacOs, anzi, vede nei loro utenti una nuova opportunità di trarre profitti, a ragione del fatto che chi li utilizza è considerato solitamente un soggetto “elitario” e quindi potenzialmente più abbiente.

Gli esperti di cyber security dichiarano: “Aggiorneremo costantemente la lista dei malware per i sistemi operativi Apple alle ultime minacce scoperte”.

La scoperta e l’analisi dei malware per i sistemi MacOS è stata effettuata nel tempo da diversi ricercatori di cyber security. Il post di Check Point ha messo insieme i loro lavori per dimostrare l’importanza dell’awareness legata ai computer Apple. L’elenco dei codici malevoli, che contiene le loro specifiche e il link dello scopritore con il suo rapporto originale, verrà aggiornato periodicamente con le nuove minacce rilevate. Può essere uno strumento utile sia per i ricercatori di sicurezza informatica sia per gli utenti, che vogliono approfondire la tematica e capire quali sono i pericoli che il cyberspazio riserva loro, in quanto esistono poche fonti che raccolgono un’ampia categoria di threats in relazione ai Mac.